Cosa vedere a Venezia

Il capoluogo di regione più romantico che esiste? Scopriamolo e vediamo insieme cosa vedere a Venezia.

UN PO’ DI GEOGRAFIA

Venezia, capoluogo di regione della regione Veneto, è un comune italiano di più di 250000 abitanti. Venezia è una città caratterizzata dal clima tendenzialmente caldo-umido: inverni freschi (temperatura minima invernale intorno allo zero) ed estati calde ed umide. A causa delle condizioni climatiche spesso a Venezia si incontra la nebbia ma, neanche questa, riesce a limitare le bellezze di questa città e bloccarne il flusso di turisti che ogni anno la popolano; Infondo, cosa può rappresentare un po’ di nebbia in cambio dell’inestimabile valore che Venezia consente di ammirare? Scopriamolo insieme!

Con il vasto patrimonio di cui gode, Venezia riesce a soddisfare i gusti di tutte le tipologie di turisti. Per questa ragione, per scegliere con cognizione di causa cosa vedere a Venezia, abbiamo ritenuto opportuno suddividere le varie tipologie di turismo in più articoli:

  • Turismo religioso;
  • Turismo culturale;
  • Turismo balneare;
  • Turismo scolastico;
  • Turismo culinario.

In questo articolo parleremo del turismo religioso a Venezia.

Venezia, come tutta la nostra penisola, gode di un grande patrimonio storico culturale che merita di essere raccontato, conosciuto e visitato. Vediamo insieme i luoghi di culto più popolari di Venezia.

BASILICA DI SAN MARCO

Se vuoi sapere cosa vedere a Venezia dal punto di vista religioso, dobbiamo necessariamente partire dalla Basilica di San Marco che è la cattedrale della città ed è sede del patriarca. Quella che vediamo attualmente non è l’originale che fu costruita nell’820, sostituita da un’altra nell’832 (e realizzata dove si trova quella attuale), andata in fiamme fu ricostruita nel 978, infine, nuovamente ricostruita nel 1063 ed andata in fiamme nel 1231 fu prontamente ricostruita.

Dal punto di vista architettonico, quella di Venezia, è una basilica in stile bizantino; Gli interni rivestiti di mosaici in oro fanno della Basilica di San Marco un vero gioiello.

CAMPANILE DI SAN MARCO

Il campanile di San Marco è una torre alta quasi 100 metri. La grandezza della torre campanaria consente di ospitare ben cinque campane. Ogni campana ha un proprio nome ed aveva, all’epoca, una propria funzione:

  • Marangona: indicava la fine dell’orario di lavoro;
  • Trottiera: indicava ai nobili che dovevano partecipare alle riunioni del Gran Consiglio;
  • Nona: suonava a mezzogiorno;
  • Pregadi: Il suo rintocco stava ad annunciare le riunioni dei Pregadi;
  • Maleficio: il suo rintocco annunciava che stava per essere eseguita una esecuzione capitale.

La vita del Campanile di San Marco è sempre stata tumultuosa: crollato più volte è stato sempre ricostruito nello stesso punto ed è divenuto oggi uno dei simboli di Venezia. I Veneziani sono molto affezionati a questo monumento tanto da definirlo “El paròn de casa” (il padrone di casa).

CHIESA DI SAN ZACCARIA

La Chiesa di San Zaccaria si trova pressoché in centro a Venezia. La costruzione attuale è quattrocentesca ma quella originale fu edificata durante il secolo 800 ed era un monastero che “ospitava” le figlie di nobili di Venezia. Questa era una consuetudine di quell’epoca in quanto già alla nascita si sapeva quale sarebbe stato il destino lavorativo di ogni figlio: le donne diventavano monache. All’epoca era un monastero di clausura ma bizzarra era la vita quotidiana delle donne che lo abitavano; molto probabilmente monache, all’epoca, non per vocazione. Attualmente risulta una Chiesa semplice ma d’effetto, da non perdere uno sguardo all’organo della Chiesa.

CHIESA DI SANTA MARIA DEI MIRACOLI

La Chiesa di Santa Maria dei Miracoli si trova nel quartiere di Cannaregio.

L’edificazione di questa Chiesa è iniziata nel 1481 è fu costruita perché sul muro di un’abitazione privata vi era un dipinto miracoloso raffigurante la Vergine. I veneziani, che chiedevano grazie a questo dipinto, ritennero doveroso costruire una Chiesa in onore della Vergine.

CHIESA DI SANTA MARIA FORMOSA

La Chiesa di Santa Maria Formosa si trova nel quartiere Castello. Questa Chiesa fu costruita nel VII° Secolo da San Magno al quale era apparsa la Vergine. Secondo la tradizione fu proprio la Vergine ad indicargli il luogo dove costruire la Chiesa. Il nome di questa Chiesa è dato dalla bellissima (dal latino “formosa”) della Vergine apparsa.

Incendiata, distrutta dal terremoto, bombardata la Chiesa è stata più volte ricostruita ma, riesce sempre a conservare intatto il suo splendore.

BASILICA DI SANTA MARIA DELLA SALUTE

La Basilica di Santa Maria della Salute si trova nel quartiere di Punta della Dogana. Univocamente riconoscibile, viene chiamata, affettuosamente, dai veneziani in vario modo: Santa Maria della Salute, Chiesa della Salute, Salute. Questo luogo di culto è una delle massime espressioni del barocco veneziano. È stata edificata nel 1630 per volontà del popolo veneziano il quale si affidò ed ottenne una grazie per liberarsi dalla peste.

BASILICA DEI FRARI

Tra le cose da vedere a Venezia vi è la Basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari, comunemente Basilica dei Frari, si trova nel quartiere San Paolo. Deve il suo nome al “campo dei Frari”, in italiano “Frati”.

Costruita in stile gotico è la più grande Chiesa di Venezia. È una Basilica francescana nel quale vivono i frati minori conventuali.

La costruzione della Chiesa è iniziata nel XIII° secolo ma poi, nel corso dei secoli, è stata più volte ampliata per adattarla alla flusso di fedeli che costantemente la popolavano.

Dal punto di vista storico, artistico e religioso tante sono le caratteristiche di cui ci sta da parlare per comprendere la profondità e lo splendore di questa Basilica che ospita ben 17 altari e numerose tombe monumentali… non resta che visitarla.

BASILICA DEI SANTI GIOVANNI E PAOLO

La Basilica dei Santi Giovanni e Paolo è una costruzione Medievale e si trova nel quartiere di Castello.

Questa Chiesa è stata eretta a cavallo tra il 1200 ed il 1300 ma è stata completata solo nel 1430. Anche questa Chiesa è stata accomunata dallo stesso destino di altri luoghi di culto veneziani: un incendio bruciò buona parte della Chiesa nel 1867.

La Basilica dei Santi Giovanni e Paolo è considerato il Pantheon di Venezia.

Tra le cose da vedere a Venezia vi sono splendide isole:

  • Isola di San Giorgio Maggiore;
  • Giudecca;

BASILICA DI SAN GIORGIO MAGGIORE

Una cosa da vedere a Venezia è, senza ombra di dubbio, la basilica di San Giorgio Maggiore si trova sulla particolare, omonima isola. Se siete alla ricerca di movida e divertimento non è di certo il luogo ideale ma, se desiderate pregare o siete affascinati dalla vita religiosa o se desiderate ammirare Venezia da un’altra prospettiva allora l’isola di San Giorgio Maggiore è il luogo ideale; infatti, l’isola si trova esattamente di fronte alla città di Venezia tant’è che per raggiungerla occorre prendere il vaporetto.

A dare questo nome all’isola è la Basilica di San Giorgio Maggiore edificata già nel 790. La storia di questo luogo è iniziata per volontà dei nobili che, lasciando lasciti alla Chiesa, vollero che venisse costruito un monastero Benedettino. Come molti monumenti veneziani, anche la Basilica di San Giorgio Maggiore è stata distrutta e poi ricostruita.

Attualmente il plesso ospita un convento dove si può ammirare:

  • Il dormitorio;
  • Il Refettorio;
  • L’appartamento degli Abati;
  • Il chiostro dei cipressi;
  • Il chiostro degli allori;
  • La Chiesa di San Giorgio.

GIUDECCA

La giudecca è la più grande tra le isole della laguna il cui nome è cambiato nel corso della storia: pima “Spina Longa” poi Giudecca. Il nome attuale prende vita, secondo alcuni, dalla presenza di due sinagoghe che sono, nel corso degli anni, andate distrutte; secondo altri dal temine “Zudegà” che significa “giudicato” visto che la Repubblica di Venezia donò questi terreni ai nobili precedentemente costretti all’esilio.

Dal punto di vista religioso su quest’isola è possibile ammirare:

  • La Chiesa di Sant’Eufemia che è una Chiesa parrocchiale ubicata sull’isola della Giudecca;
  • La Chiesa del Redentore che è una Chiesa palladiana. Interessante è sapere che un tempo, accanto alla Chiesa vi era un convento destinato ad ospitare le fanciulle povere ed insegnarle i lavori femminili (merletti);
  • La Chiesa di Santa Croce che era una Chiesa, ormai sconsacrata.
  • La Chiesa delle Zitelle che è una Chiesa palladiana con annesso convento. Anche questa struttura fu edificata per ospitare fanciulle povere.

Ora, dal punto di vista religioso, sai bene cosa vedere a Venezia.